SaviHost host VST gratuito semplice e veloce!

Abbiamo parlato brevemente di cosa è un HOST VST (indispensabile per aprire il nostro ADDICTIVE) in questo articolo

Tutta via per meglio aiutare chi si affaccia da zero al mondo dei VST, abbiamo creato questa mini guida di SaviHost, semplice e funzionale programma per gestire i nostri VST sempre in ambiente WINDOWS.

SaviHost vst addictive drums DIY trigger

SaviHost altro non è che una versione più semplificata di VSTHost, sempre gratuito ma dall'utilizzo ancora più immediato.

Vediamo come procedere per l'utilizzo:

Installate normalmente il VST (addictive nel nostro caso).

Terminata l'installazione copiate l'eseguibile di SAVIHOST (dopo averlo decopresso), all'interno della cartella contenente la DLL (il vostro vst).

Successivamente dovrete RINOMINARE il programma SAVIHOST.EXE appena copiato, in NOME_DLL_VOSTRO_VST.exe

Questo farà si che cliccando sul programma savihost.exe (rinominato) aprirà direttamente il VST, evitando di dover agire su vari menu Files o set plug-in spiegati in VstHost che spesso mandano in panico.

Immaginando di aver installato addictive (e la dll addictive.dll si trova sotto la cartella programmi/steinberg/vst/addictive o similare), non dovrete fare altro che copiare savihost.exe dentro tale cartella, rinominarlo e creare un collegamento sul desktop (per facilitare l'avvio).

Il passo successivo è quello di settare la scheda midi utilizzata e la scheda audio (e i vari software tipo ASIO4LL per la gestione latenza), pertanto aprite il menu DEVICE e settate la nostra centralina trigger o midi che sia (nel nostro caso Alesis Trigger i/o), successivamente nel menu WAVE settate l'uscita audio..

 

In DEVICE / MIDI settiamo la nostra centralina (il primo campo disponibile va bene)..SaviHost alesis trigger i/o addictive drums!

Set Device Alesis Trigger i/o SaviHost

addictive drums digital-drums

In WAVE settiamo l'uscita audio, (ASIO4ALL se lo avete installato lo troverete nell'elenco).

A questo punto se tutto è andato come dovrebbe, potete provare a far partire il demo e sentire se esce l'audio...La procedura di mappatura della vostra centralina la dovrete fare come sempre seguendo questo articolo..SaviHost a differenza di VSTHost è in grado di gestire UN solo VST, pertanto risulta più leggero e veloce di VSTHOST, ma appunto non permette di connetere diversi plug-in tra loro come invece è possibile fare con il fratello maggiore VSTHost.

 

Sound Workshop

Via Galileo Galilei, 36, 20052 Monza
http://www.soundworkshop.it/

 

Retro Mercatino La BaYa

Retro Mercatino La BaYa